GESTIONE DEI MATERIALI DA SCAVO
 

Il 22/08/2017 è entrato in vigore il  “DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 giugno 2017, n. 120, Regolamento recante la disciplina semplificata della gestione delle terre e rocce da scavo, ai sensi dell'articolo 8 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133,  convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164. (17G00135) (GU Serie Generale n.183 del 07-08-2017). Il regolamento costituisce il riferimento unico e completo per la gestione delle terre e rocce da scavo ed infatti riguarda:

- Disciplina dei materiali da scavo provenienti da cantieri di piccole dimensioni

- Disciplina dei materiali da scavo provenienti da cantieri di grandi dimensioni

- Disciplina dei materiali da scavo provenienti da cantieri sottoposti ad AIA/VIA

- Disciplina dei materiali da scavo provenienti da siti oggetto di bonifica

- Disciplina dei materiali da scavo gestiti come rifiuti

- Disciplina dei materiali da scavo in esclusione dalla normativa dei rifiuti, ex. Art 185 del D.LGS. 152/06

- Disciplina dei controlli  

Le precedenti norme non sono più applicabili per i nuovi cantieri, mentre per i cantieri già avviati prima dell’entrata in vigore del nuovo regolamento valgono le norme transitorie di cui al Titolo VI del DPR 120/2017.  

Il testo del regolamento può essere consultato mediante il link seguente http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/07/17G00135/sg   

Il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (SNPA), con delibera n. 54 del 9 maggio 2019, ha approvato le “Linea guida sull’applicazione della disciplina per l’utilizzo delle terre e rocce da scavo“, al fine di migliorare l’azione dei controlli attraverso interventi ispettivi sempre più qualificati, omogenei e integrati. Pertanto, si raccomanda di  attenersi alle indicazioni tecniche contenute nelle suddette Linee Guida, al fine di applicare correttamente le procedure e  prevenire eventuali controversie a seguito dei controlli.

La delibera  è stata pubblicata al seguente link :  https://www.snpambiente.it/chi-siamo-2/consiglio-nazionale/atti-del-consiglio/

 

Per maggiori approfondimenti si rimanda alla sezione FAQ consultabile al seguente link