Tema Ambientale Ambienti Naturali
Attività Specifica

Il Servizio Ambienti Naturali rappresenta l'articolazione funzionale della Direzione Scientifica che, in base al Regolamento Regionale 10 giugno 2008, n. 7 per quanto attiene la tematica Parchi, Aree naturali e Biodiversità, cura le attività a livello regionale in materia di Risorse Naturali e salvaguardia degli ecosistemi, Biodiversità, Aree Naturali Protette, nonché le attività di VIA, VAS, Verifica di incidenza e IPPC.

Tale struttura assicura per l’intero territorio regionale:
  • il coordinamento e la partecipazione a piani di monitoraggio degli ambienti naturali protetti a valenza regionale;
  • l’elaborazione di linee guida per l’espletamento di tali attività, con particolare riferimento alla standardizzazione nelle procedure di formulazione e rilascio di pareri;
  • il supporto tecnico alle attività dipartimentali, in una visione integrata e armonica delle problematiche, con particolare riferimento alla definizione di protocolli omogenei;
  • il coordinamento, la gestione e l’utilizzo dei servizi informativi territoriali specifici;
  • la promozione e la partecipazione nell’ambito delle proprie competenze, a tutte le attività di studio, di ricerca, di informazione e di documentazione dell’Agenzia e delle sue articolazioni funzionali.

 

Il Gruppo di Lavoro “Ambienti Naturali” nasce in seno alla Direzione Scientifica con la finalità di occuparsi delle tematiche relative alla gestione degli ambienti marini, la conservazione e gestione sostenibile delle risorse naturali ed antropiche e della biodiversità, al fine di unificare i comportamenti e le procedure dei vari Dipartimenti dell’ARPA relativamente alle problematiche legate alla tematica in oggetto (rif. Deliberazione del DG n. 87 del 31/01/2008).
 
Progetto Carta della Natura
Carta della Natura è uno strumento conoscitivo, disposto dalla Legge Quadro sulle aree protette (L. 394/91, art. 3, comma 3), avente come finalità quella di individuare lo stato dell’ambiente naturale in Italia, evidenziando i valori naturali e i profili di vulnerabilità territoriale. Il Progetto Carta della Natura, promosso e coordinato dal Dipartimento Difesa Natura di ISPRA (già APAT), è realizzato a scala nazionale e vede la partecipazione e collaborazione di numerosi Enti Locali tra cui le Regioni, le ARPA, gli Enti Parco.
Fruibile da amministrazioni centrali e locali, Carta della Natura fornisce utilissime informazioni a supporto della pianificazione e programmazione delle politiche di conservazione, tutela e gestione delle risorse naturali. In particolare fornisce preziosi strumenti di conoscenza, quali la Carta degli habitat, e di valutazione del territorio quali le carte del Valore Ecologico, della Sensibilità Ecologica, della Pressione Antropica e della Fragilità Ambientale.
La cartografia è prodotta in scala 1:50.000 secondo una precisa metodologia stabilita da ISPRA, grazie anche al contributo di esperti del mondo accademico, che prevede l’impiego di immagini satellitari, ortofoto, dati di campo rilevati mediante strumentazione GPS, dati cartografici di base e tematici, dati bibliografici. 
Questa Agenzia, nell'ambito della Convenzione sottoscritta in data 8/11/2005 tra ARPA Puglia e ISPRA (Delibera DG n. 180 del 18/05/2006), ha realizzato il "Progetto Carta della Natura alla scala 1:50.000" che si è concluso con la pubblicazione del Rapporto 204/2014 "Il sistema Carta della Natura della regione Puglia", scaricabile al link
http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/il-sistema-carta-della-natura-della-regione-puglia, e con la presentazione dei risultati alle istituzioni locali in Conferenza Stampa il 16 luglio 2014.
 
Contenuti a cura di Patrizia Lavarra e Vito Perrino - UOC Ambienti Naturali, Direzione Scientifica
Pubblicazione a cura di Erminia Sgaramella - Ultima revisione 22.01.2016