Inaugurazione Centro Regionale Mare di ARPA Puglia

Il 7 ottobre ARPA Puglia ha inaugurato il Centro Regionale Mare (CRM), un’unità operativa complessa che svolgerà attività di alto livello tecnico, con riferimento all’intero territorio regionale e alle peculiarità dell’ambiente marino che lo contraddistingue.
La Puglia, con i suoi 1000 km di costa, sia sul versante jonico che adriatico, come ha ricordato il Direttore Generale Vito Bruno, è al terzo posto in ambito nazionale, dopo le isole maggiori, per estensione lineare tutto ciò rende necessario un monitoraggio continuo per la gestione del sistema “mare” nel suo complesso.
Alla conferenza stampa di inaugurazione hanno partecipato: Michele Emiliano (Presidente Regione Puglia), Pietro Petruzzelli  (Assessore all’Ambiente del Comune di Bari), Fabio Colapinto (Vice Prefetto di Bari),Vito Augelli (Comandante Regionale Puglia – Guardia di Finanza), Giuseppe Meli (Comandante Guardia Costiera Bari), Ugo Patroni Griffi (Presidente AdSP del Mare Adriatico Meridionale) e Stefano Laporta (Presidente del Consiglio Nazionale SNPA).
“Il nuovo Centro Mare sarà un capitale fisico che servirà a proteggere un capitale naturale, che nel nostro caso non sarà solo il mare ma tutto quanto ciò che riguarda l’acqua, polarizzando queste attività in un unico centro, senza rinunciare ai territori, in quanto Arpa non smonterà le attività sul mare nei dipartimenti provinciali, che continueranno a controllare i mari e le acque di tutto il territorio pugliese.” Ha dichiarato il Direttore Generale di ARPA Vito Bruno.
Il Presidente Michele Emiliano: “Questo posto è un simbolo della testa dura che abbiamo, per recuperare il ritardo di questa città e di questa regione, di tutta la comunità, nel rapporto con il mare. Il centro Mare è la risposta di una generazione, quella attuale,  che vuole lasciare alla successiva, non solo un luogo, ma anche una modalità di sopravvivenza per immaginare un mondo migliore.”
Nel suo intervento il Presidente del Consiglio Nazionale SNPA ha aggiunto “Questo Centro è un centro particolare, ma si colloca in stretto contatto con l’autorità portuale, quindi è un segno della necessità di ammodernare e rendere le infrastrutture portuali sostenibili, ecologicamente e compatibilmente, che devono essere mondi collegati insieme alle città che le ospitano.”
L’immobile che ospita il Centro regionale Mare è stato donato dall’ AdSP del Mare Adriatico Meridionale il cui Presidente, Ugo Patroni Griffi, ha dichiarato “Questa era la stazione ferroviaria al porto, poi è stata utilizzata diversamente, da alcuni anni era abbandonata. Comunque, noi ritenevamo che questo immobile dovesse avere una funzione pubblica e quindi è risultato normale proporre ad Arpa con cui ci eravamo incontrati per discutere dei monitoraggi di Marisabella. Il CRM sarà un fiore all’occhiello per il Porto, un’esperienza unica che qualificherebbe la città di Bari e il suo Porto.”
 
 

10/10/19