Decreto Legislativo 194/2005
"Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale"

Il D.Lgs. 194/05 recepisce nell'ordinamento italiano la Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale. Il decreto ha l’obiettivo di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi dell'esposizione al rumore ambientale e di assicurare l'informazione e la partecipazione del pubblico in merito all’inquinamento acustico ed ai relativi effetti. A tal fine è prevista l'elaborazione della mappatura acustica per le infrastrutture principali in carico agli enti gestori, la predisposizione da parte delle Autorità competenti individuate dalle regioni delle mappe acustiche strategiche degli agglomerati, l'elaborazione e l'adozione dei piani di azione.
ARPA Puglia con D.G.R. n.1009 del 26.06.2007 è stata indicata dalla Regione Puglia quale Autorità competente per l’attuazione degli adempimenti previsti dal D.Lgs. n. 194/05.
 

 

Consultazione sulla valutazione della direttiva sul rumore ambientale

Nell’ambito dell’iniziativa "Legiferare meglio", la Commissione Europea ha deciso di valutare la Direttiva 2002/49/CE per verificarne l'adeguatezza. Mediante una valutazione esterna ha già raccolto i pareri delle imprese e degli enti pubblici per mezzo di apposite interviste, alle quali ha fatto seguito un seminario di esperti.
Ora la Commissione intende raccogliere i pareri di cittadini e associazioni di cittadini, ma anche di tutte le altre parti interessate, per valutare in maniera specifica la pertinenza, l’efficacia, l’efficienza e il valore aggiunto dell’UE della direttiva sul rumore ambientale, tramite la compilazione di un questionario, pubblicato al seguente indirizzo:

https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/noise

 
Contenuti a cura di F. Cardillo, B. Figorito, R. Di Modugno, G. Primavera e A. Guarnieri Calò Carducci UO Agenti Fisici Direzione Scientifica
Pubblicazione a cura di R. Di Modugno e B. Figorito - Ultima modifica 22.01.2016