Regolamento della biblioteca ARPA Puglia

Il presente regolamento disciplina l’uso della Biblioteca, l’accesso dell’utenza interna ed esterna, il servizio di consultazione e di prestito del materiale bibliografico e multimediale che costituisce il patrimonio della Biblioteca.

ART. 1 - SERVIZIO AL PUBBLICO - SEDE

La Biblioteca dell'ARPA Puglia ha sede al 2° piano della Direzione Generale a Bari, in corso Trieste 27.

ART. 2 - ORARIO DI APERTURA

La Biblioteca è aperta al pubblico secondo le modalità riportate di seguito:
Lunedì - Venerdì: 8.30 - 13.30
Giovedì: 8.30 - 13.30; 15.00 - 17.30

Qualsiasi variazione di orario, giorno o eventuale periodo di chiusura verrà comunicato agli utenti con affissioni all’ingresso della Biblioteca e pubblicazione sul sito web, possibilmente con largo anticipo dall’evento.

ART. 3 - MODALITÀ DI ACCESSO

L'accesso alla Biblioteca e ai servizi offerti è consentito a tutto il personale in servizio presso l’ARPA Puglia e all’utenza esterna. È subordinato alla registrazione nell'archivio utenti con attivazione della tessera e al consenso del trattamento dei dati personali previsto dalla legislazione vigente, (legge 675/1996 e Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196), previa accettazione delle norme del presente regolamento, e firma del registro degli utenti della sala lettura.

L'utente durante la sua permanenza in Biblioteca è tenuto a segnalare al personale presente in sala lettura il possesso di materiale di proprietà personale (libri, periodici, CD, DVD), sia all'entrata sia all’uscita della Biblioteca.

Gli utenti esterni devono essere muniti di un documento d'identità valido.

ART. 4 - CONSULTAZIONE

È consentita la consultazione di tutto il materiale bibliografico posseduto dalla Biblioteca.

È consentito l'uso delle postazioni telematiche a disposizione dell'utenza per la consultazione di banche dati on-line e cd-rom, nonché l’utilizzo in sede dei supporti informatici e telematici per scopi collegati alla ricerca. In caso di necessità, è possibile rivolgersi al personale della Biblioteca per ricevere assistenza nella ricerca e nell’uso di tali strumenti. L'utente, di norma, può chiedere in consultazione fino ad un massimo di 4 pubblicazioni contemporaneamente. Il personale della Biblioteca può, in casi particolari, rifiutare la concessione in prestito di qualsiasi documento, motivandone le ragioni.

Il prelevamento e la ricollocazione del materiale oggetto di consultazione compete esclusivamente al personale della Biblioteca. È possibile richiedere materiale in consultazione entro mezz'ora prima della chiusura della Biblioteca. Gli utenti esterni sono pregati di restituire i testi entro un quarto d’ora prima della chiusura, allo scopo di consentire al personale di espletare tutte le formalità necessarie nel rispetto dei tempi.

ART. 5 - FOTORIPRODUZIONE

È consentita la fotoriproduzione del materiale bibliografico, previo assenso da parte del personale della Biblioteca, ad eccezione dei documenti in precario stato di conservazione. L'uso delle macchine fotocopiatrici è riservato esclusivamente ai dipendenti ARPA, limitatamente a pubblicazioni della Biblioteca e in luogo del prestito. La fotoriproduzione dovrà essere effettuata con la massima attenzione, onde evitare il deterioramento del documento stesso e attuata, nel rispetto della vigente legislazione sul diritto d'autore (L. 633/1941 e successive modifiche), fatti salvi altri eventuali vincoli giuridici ai quali il documento sia sottoposto.

Gli utenti esterni che portano il materiale fuori dalla sede della Biblioteca per la fotoriproduzione sono tenuti a lasciare in deposito un documento di identità e a riconsegnare le pubblicazioni almeno quindici minuti che dell’orario di chiusura della Biblioteca, affinché le pratiche della riconsegna possano essere espletate nei tempi previsti.

ART. 6 - PRESTITO

E’ consentito il prestito del materiale bibliografico (monografie e periodici), purché non sottoposto alle limitazioni elencate di seguito:

  • Materiale destinato al solo prestito interno al personale ARPA:
    documenti collocati nelle sezioni SPP, LEG, PATR e nuove eventuali sezioni legate ai Servizi della Direzione Generale
  • Materiale escluso dal prestito: documenti di particolare valore storico.
    Il personale della Biblioteca può, in casi particolari, rifiutare la concessione in prestito di qualsiasi documento, motivandone le ragioni.

 

6.1 - MODALITÀ

Possono usufruire del prestito tutti gli utenti iscritti. L’iscrizione avviene con le modalità indicate all’art. 3 del presente Regolamento.

È assolutamente vietato cedere a terzi le opere ricevute in prestito.

6.2 - DURATA

Il materiale monografico, di norma, è concesso in prestito fino ad un massimo di 30 giorni, Il materiale periodico fino ad un massimo di quindici giorni.

Art. 7 - PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO (ILL) E FORNITURA DI ARTICOLI SCIENTIFICI (DD)

Il prestito interbibliotecario (ILL - Interlibrary Loan) e la fornitura di articoli (DD - document delivery) sono servizi mediante i quali la Biblioteca offre ai propri utenti la possibilità di ottenere libri in prestito o riproduzioni di articoli da altre biblioteche partner che aderiscono a reti di cooperazione interbibliotecaria (come ACNP e SBN). Ogni utente può richiedere fino ad un massimo di 3 monografie o 4 articoli alla volta, al fine di garantire un'equa distribuzione del servizio.

7.1 MODALITÀ

Può usufruire del servizio tutto il personale ARPA Puglia, previa accettazione delle norme che regolano tale servizio, sia dal punto di vista giuridico, sia economico (eventuale rimborso delle spese postali o di riproduzione, qualora sia richiesto dalle biblioteche partner).

La richiesta, corredata dei riferimenti bibliografici utili ad identificare e a localizzare il documento, deve essere inoltrata al seguente recapito:
biblioteca@arpa.puglia.it
tel. e fax 080-5460401

La Biblioteca si impegna ad effettuare le ricerche bibliografiche relative e a inoltrare la richiesta comunicandone tempestivamente l’esito all’utente. Eventuali richieste di rimborso per spese di spedizione o di riproduzione sono a carico del richiedente; in tal caso, il comprovato pagamento costituisce condizione indispensabile per l’accesso al materiale richiesto. La durata del prestito è stabilita di volta in volta dalla Biblioteca fornitrice e non è prorogabile. In caso di totale o parziale danneggiamento del volume, l’utente sarà tenuto a risarcire la Biblioteca fornitrice, secondo le modalità previste dal regolamento interno alla stessa e verrà diffidato dall’ulteriore accesso al servizio.

ART. 8 - DOVERI DELL'UTENTE E SANZIONI

L'utente è tenuto a:

  • rispettare rigorosamente le norme di legge che regolano l’uso dei luoghi pubblici e i beni patrimoniali dello Stato, ad osservare un comportamento che non arrechi disturbo agli altri utenti e che non risulti di pregiudizio al servizio pubblico (in sala lettura è, pertanto, vietato l’uso dei telefoni cellulari), nonché ad attenersi alle disposizioni del presente regolamento;
  • avere massima cura e a non danneggiare in alcun modo il materiale ricevuto in consegna e ad avvertire il personale della Biblioteca di eventuali parti mancanti o di altro deterioramento che dovesse riscontrarvi al momento della presa in carico;
  • restituire la documentazione presa in prestito entro la scadenza prevista e a renderla disponibile nel caso ciò gli venga richiesto da parte del personale della Biblioteca;
  • risarcire tempestivamente il danno arrecato in caso di smarrimento totale o parziale o di deterioramento del materiale preso in consegna.

 

Ai contravventori verranno applicate le sanzioni previste dal Regolamento delle Biblioteche pubbliche. In presenza di gravi violazioni delle norme del regolamento da parte di un utente, viene disposta l'esclusione dal prestito e, una volta che l’utente abbia lasciato trascorrere inutilmente 30 giorni dall’invito a regolarizzare la propria posizione, la preclusione dell’accesso alla Biblioteca, per un periodo di tempo determinato, o in via definitiva.

ART. 9 - SUGGERIMENTI E RECLAMI

Gli utenti possono inoltrare alla Biblioteca i propri suggerimenti e/o reclami via mail o via fax o in direttamente in Biblioteca al fine di consentire agli operatori di garantire il miglioramento delle prestazioni erogate. In Biblioteca è a disposizione una scatola destinata a tale scopo. Limitatamente alle segnalazioni di maggiore rilevanza e/o urgenza, la Biblioteca si impegna ad informare l’utenza in merito ai provvedimenti presi.