Sopralluoghi effettuati da ARPA Puglia su richiesta di ARCA Puglia centrale (prot 70745 del 25.11.16) presso fabbricato in V.le Archimede, 16 – Bari.


 

Su disposizione della Direzione Generale di ARPA Puglia, in data 7 dicembre 2016, personale della Direzione Scientifica e del Dipartimento Provinciale ARPA di Bari (DAP), si sono recati presso il fabbricato in oggetto al fine di effettuare un sopralluogo all’esterno dello stesso, atto a individuare possibili fonti di inquinamento ambientale.

Effettuata una ricognizione in un raggio di 300 metri intorno all’edificio, è stata rilevata la presenza della collina ecologica ex discarica RSU.

A vista e, comunque, ad una distanza maggiore di 300 metri erano visibili impianti radiotrasmittenti ubicati sui lastrici di alcuni palazzi della zona (distanza dall’edificio fra 300 e 500 metri). A tale proposito si specifica che tali impianti, ubicati in Via Papalia nn. 9b, 9e, 9f, 9g e 9i e in Via Toscanini nn. 21 e 26, risultano conosciuti e controllati dal competente servizio del DAP di Bari.

Ad una distanza di circa 1 Km risulta la presenza del Depuratore Bari EST, regolarmente controllato per quanto di competenza dell’Agenzia (scarichi) presso il quale è ubicata una torre con impianti radiotrasmittenti, anch’essa conosciuta e controllata dal DAP di Bari.

Non sono evidenti all’esterno del fabbricato ulteriori fonti di possibile inquinamento ambientale per quanto di competenza dei tecnici presenti al sopralluogo.

Il 13 dicembre 2016 personale della Direzione Scientifica di ARPA Puglia e del Dipartimento Provinciale ARPA di Bari, ha effettuato un secondo sopralluogo congiunto con ASL di Bari Dipartimento di prevenzione,  ARCA Puglia Centrale proprietaria dell’immobile e l’Amministratore condominiale.

Nel corso di tale sopralluogo sono state effettuate misure dei campi elettromagnetici ad alta frequenza sul terrazzo del fabbricato in oggetto. Per i risultati si rimanda alla relazione che sarà redatta dal DAP di Bari e trasmessa agli uffici ASL.

Sulla scorta delle informazioni fornite dai soggetti coinvolti, e di quelle acquisite nel corso del sopralluogo, ASL Bari potrà esprimere valutazioni circa gli aspetti di epidemiologia, mortalità, tipo di malattia neoplastica, possibili effetti eziologici.

Sulla scorta degli esiti del sopralluogo, ARPA Puglia, in coordinamento con la ASL Bari, potrà definire le eventuali ulteriori indagini ambientali da effettuare nel sito in oggetto.

 

15/12/16