Tema Ambientale Acqua
Attività Specifica

Attività specifica Acqua

La risorsa “acqua”, in tutte le sue modalità di fruizione ed utilizzazione, deve essere gestita in maniera ottimale per consentirne la conservazione qualitativa e quantitativa per le generazioni future, ed in assoluto per perpetuare la vita sul nostro pianeta.
 
Lo Stato Italiano e le Regioni programmano le attività di monitoraggio degli ambienti acquatici al fine di valutare lo stato di qualità chimico ed ecologico dei corpi idrici. Ad ARPA Puglia è demandata l’esecuzione del monitoraggio con funzioni di controllo, monitoraggio e vigilanza su:
 
-          acque superficiali
-          acque sotterranee e di falda
-          acque marine
-          acque di balneazione
-          acque di scarico
-          acque meteoriche e tecnologiche
-          acque minerali e termali
-          acque di piscina
 
L’attività è svolta attraverso reti di monitoraggio, gestite direttamente da ARPA, per conto dei Ministeri, della Regione, degli Enti Locali (in particolare Province e Comuni) e dei Dipartimenti di Prevenzione delle AUSL o su richiesta di soggetti pubblici o privati. I Dipartimenti Provinciali eseguono i campionamenti, le analisi e gli accertamenti tecnici, la Direzione centrale coordina le attività e elabora report tematici e relazioni di sintesi.
 
L’Agenzia inoltre:
  • fornisce supporto tecnico-scientifico agli altri Enti preposti al controllo (Commissario Delegato per l’Emergenza Ambientale, Regione, Forze dell’Ordine) nelle attività di indagine per la caratterizzazione qualitativa e la tutela delle acque;
  • fornisce supporto alla Regione nelle predisposizione ed aggiornamento dei programmi e dei piani regionali di settore;
  • partecipa a Tavoli Tecnici ed iniziative progettuali regionali e a Gruppi di Lavoro tematici del Sistema interagenziale retto da ISPRA (GdL Tecnologie a ridotto impatto ambientale per i processi di trattamento delle acque reflue e riutilizzo degli effluenti depurati a scopo irriguo, GdL CIS-Intercalibrazione - Direttiva 2000/60/CE, GdL Interconfronto Daphnia Magna, GdL RWISE, ecc.);
  • ha istituito al suo interno il Gruppo di Lavoro “Acque”, coordinato dal Dr. Nicola Ungaro, con la finalità di unificare i comportamenti e le procedure dei vari Dipartimenti in materia di acque (Deliberazione del DG n. 382 del 18/06/2007);
  • partecipa a specifici progetti, finanziati dalla Comunità Europea, dallo Stato Italiano e dagli Enti Locali, per l’approfondimento di alcuni aspetti tematici legati alla risorsa “acqua” e “ambienti acquatici”.
 

Principali attività svolte e in corso

Strategia Marina

Progetto SHAPE


 

Contenuti a cura di Nicola Ungaro e Vito Perrino - UOC Ambienti Naturali Direzione Scientifica
Pubblicazione a cura di Luigi Carrino e Erminia Sgaramella - Ultima modifica 28.07.2016